commercialisti fazzalari

80 euro in busta paga:confermati!

Confermati gli ottanta euro in busta paga anche per il 2015, strutturati in modo differenziato a seconda del reddito. Secondo
la riforma, ci saranno 960 euro annui per coloro che percepiscono redditi fino a 24.000 euro, mentre un calcolo proporzionale verrà applicato per coloro che guadagnano da 24.000 a 26.000 euro. 

Per i redditi da 26.000 in su il bonus è azzerato.

I redditi di riferimento, oltre a quelli di lavoro dipendente, sono i seguenti: i compensi percepiti dai lavoratori soci delle cooperative, le indennità e i compensi percepiti a carico di terzi dai lavoratori dipendenti per incarichi svolti in relazione a tale qualità, le somme da chiunque corrisposte a titolo di borsa di studio, premio o sussidio per fini di studio o addestramento professionale, i redditi derivanti da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, le remunerazioni dei sacerdoti, le prestazioni pensionistiche di cui al d.lgs. n. 124 del 1993 comunque erogate, i compensi per lavori socialmente utili in conformità a specifiche disposizioni normative.