Elenco VIES

Coloro i quali intendono effettuare operazioni in ambito comunitario devono essere iscritti nell'elenco VIES (VAT INTERCHANGE ELECTRONIC SYSTEM).

 È un registro istituito per selezionare i soggetti "fiscalmente affidabili" che sono autorizzati ad avere rapporti commerciali con
controparti comunitarie al fine di assicurare un controllo più incisivo ed evitare le frodi Iva.

L'elenco VIES altro non è che una grande banca dati attraverso la quale gli Stati membri dell'Unione Europea tentano di combattere le frodi comunitarie, soprattutto in tema di Iva.

L'iscrizione diventa dunque un obbligo per gli operatori che intendono effettuare scambi interni all'UE.

 

L'inserimento nell'archivio Vies è subordinato alla domanda da parte dell'operatore interessato, che  può essere fatta sia in sede di apertura della partita Iva o successivamente.

In questo ultimo caso occorre una comunicazione specifica all'Agenzia delle Entrate che, nei 30 giorni successivi al deposito della richiesta, analizza l'attività del soggetto.  Qualora dalle analisi emergano elementi di rischio relativi a finalità evasive o di frode, l'Agenzia delle Entrate emetterà un provvedimento motivato di rifiuto dell'iscrizione.

In caso contrario, se entro i 30 giorni dall'istanza non vi sono comunicazioni da parte dell'Agenzia delle Entrate, il soggetto richiedente sarà incluso automaticamente nell'archivio VIES e potrà validamente procedere a porre in essere operazioni intra.

L'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un sistema di interrogazione dei soggetti comunitari che conferma la validità della partita IVA; per verificare che gli operatori  intracomuntari con cui si hanno rapporti di scambio di beni e servizi siano operatori affidabili segui il link http://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/vies/vies.htm?p=&s=IT

Se non sei ancora iscritto negli elenchi VIES, prima di effettuare qualunque operazione con aziende appartenenti all'Unione Europea, mandaci una e-mail di informazione, eviterai così di incorrere in pesanti sanzioni.

Il suggerimento é quello di procedere comunque alla richiesta di iscrizione nel registro VIES, considerato che oggi è sempre più frequente che un'azienda o un professionista si trovino ad avere rapporti con l'estero (si pensi al classico acquisto di beni e servizi effettuato via web).

La richiesta è assolutamente gratuita e non vincolante. Compilando il modulo sarete contattati da un ns. operatore per analizzare le Vs. specifiche esigenze.